Un Barattolo Mostruoso (riassunto) Piccoli Brividi

Buon giorno a tutti lettori di questo nuovo articolo del mio blog, oggi vi parlerò della storia di “Un Barattolo Mostruoso”, uno dei romanzi più conosciuti e apprezzati di tutta la collana dei Piccoli Brividi. Buona lettura!

RIASSUNTO:

Evan Ross ed il suo cocker Cannamozza, vengono affidati alla vecchia e sorda prozia Kathryn (che sembra proprio una strega) per un paio di settimane, mentre i suoi genitori cercano casa ad Atlanta. Qui Evan conosce una ragazzina della sua età, di nome Andrea (detta Andy). Un giorno scopre con la sua amica un misterioso barattolo in un vecchio negozio di giocattoli con un’etichetta su cui c’è scritto “SANGUE DI MOSTRO”. Il barattolo è pieno di melma verde fluorescente. Evan lo acquista a poco prezzo (anche se il venditore non era molto propenso a venderlo) e i due all’inizio si divertono a giocare con quella strana sostanza, un po’ della quale viene anche accidentalmente ingerita da Cannamozza. Presto però, il Sangue di Mostro inizia a crescere sempre di più, così come il cane che l’aveva ingerito. La situazione sfugge al controllo di Evan e Andy ed un giorno il Sangue di Mostro, raggiunte ormai dimensioni mostruose, inizia a muoversi come dotato di vita propria.

Dopo aver fagocitato i gemelli Ricky e Tony Beymer, i due bulli del quartiere, il Sangue di Mostro riesce a raggiungere la casa della prozia Kathryn, minacciandola di ingerirla. Evan, a quel punto, accusa la zia di aver lanciato un incantesimo su quella sostanza, ma questa rivela che la vera responsabile di tutto è la sua gatta Sarabeth. Ella, infatti, non è una gatta ma una giovane strega che ha effettivamente creato il Sangue di Mostro ed è l’unica in grado di controllarlo, ordinandogli poco dopo di uccidere i due ragazzi perché ormai sapevano troppo. I due, però, vengono però salvati da Cannamozza, il quale, diventato ormai enorme, spinge involontariamente Sarabeth verso l’ammasso gelatinoso, che la ingloba, facendola scomparire. Sarabeth è così sconfitta e l’incantesimo si spezza, liberando i gemelli Beymer, che fuggono via. Il Sangue di Mostro ed il cane ritornano delle dimensioni originali e subito dopo i genitori di Evan arrivano a casa della prozia Kathryn, per riprendere loro figlio. Il finale è comunque aperto: Evan si accorge che il Sangue di Mostro rimasto sul pavimento è misteriosamente scomparso.

R. L. Stine ha scritto anche “Un Barattolo Mostruoso nº2”, “Un Barattolo Mostruoso nº3” e “Un Barattolo Mostruoso nº4”, quindi vi consiglio di rimanere aggiornati sulle prossime pubblicazioni del mio Blog per sapere come questo magnifico scrittore concluderà questa storia.

Prima di concludere volevo ringraziare tutti voi per il sostegno che state dando a questo blog, grazie tante a tutti! Alla prossima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...